Rassegna stampa

Su Il Giornale,
"La vista, l'udito, la memoria": Buscaroli e il canone europeo,
l'articolo di Stenio Solinas del 5 aprile 2019.

Un percorso fra arte, musica e storia per riscoprire i valori del mondo occidentale. Che oggi sono in pericolo
Un pomeriggio d'estate degli anni Ottanta, Piero Buscaroli si inerpicò su per gli scalini che conducevano alla angusta mansarda romana, protesa come uno spigolo su piazza Navona, che l'artista Fabrizio Clerici aveva trasformato in studio. L'occasione era l'immensa tela, cinque metri e passa, le dimensioni di una delle pareti di quell'unica stanza, intitolata Sonno romano, rifacimento di un dipinto di trent'anni prima. CONTINUA A LEGGERE

Su Ereticamente,
Buscaroli e il Canone europeo,
l'articolo di Giovanni Sessa del 10 maggio 2019.

La nuova edizione de La vista, l’udito, la memoria
Piero Buscaroli è stato uno dei «fratelli maggiori» che ha accompagnato, con i suoi scritti, la mia generazione, quella dei nati negli anni Cinquanta, lungo la strada, spesso accidentata ed impervia, della formazione civile. Gli dobbiamo molto. CONTINUA A LEGGERE

Photocredit: www.gentecomuneweb.it

Su Il Messaggero,
Ceccano e il legame con lo scrittore e giornalista Buscaroli: incontro al Castello dei Conti, articolo del 10 maggio 2019.

C’è un filo sottile che collega Piero Buscaroli alla città di Ceccano. Una ‘corrispondenza intellettuale’ che sabato 11 maggio, alle 18, si riaccenderà nelle sale del Castello dei Conti con la presentazione di una delle opere più lette ed apprezzate dello scrittore e giornalista, tra i massimi esperti di critica musicale. CONTINUA A LEGGERE